"Coronavirus, pronta la app italiana per tracciare i contagi" eh?!?!

https://www.corriere.it/tecnologia/20_marzo_18/coronavirus-pronta-app-italiana-tracciare-contagi-cosi-possiamo-fermare-l-epidemia-c6c31218-6919-11ea-913c-55c2df06d574.shtml"

cit:

A cosa serve la app?
«A limitare e contenere i contagi intervenendo sui focolai in modo
mirato, chirurgico. L’isolamento deciso dal governo in questo momento è
fondamentale, ma dobbiamo pensare a degli strumenti per il dopo, quando
il virus sarà diminuito ma non del tutto scomparso e dovremo prevenire
che si diffonda di nuovo».

Non serve una app. Con buona precisione un IMEI viene localizzato
triangolandolo dalle antenne della rete mobile. Un IMEI è associato tramite
il contratto della sim che porta ad un soggetto/persona. Qui ci casco io
pure con il mio Nokia 101 - Wikipedia

attachment.htm (2.58 KB)

Ciao Marco,

grazie per il tuo intervento!

Mentre ci stiamo scannando su licenze office gratuite (nel senso di già
pagate), instant messenger da usare o non usare, vecchi PC da
recuperare, etc. etc. etc. c'è questo "elefante nella stanza" che trovo
di fondamentale importanza: qui per contrastare l'epidemia c'è in
arrivo contact tracing e forse altro.

Qui una disanima a mio avviso non fatta male delle esperienze
nel mondo:

https://www.agendadigitale.eu/sicurezza/privacy/coronavirus-i-sistemi-per-tracciare-i-positivi-come-funzionano/

Di questo discutono quotidianamente persone esperte e che personalmente
ammiro (es. il prof. Fuggetta del PoliMi) ma questa cosa verrà messa in
pratica dalla politica che basera le sue scelte su... boh!: è su questo
che secondo me è giusto far sentire la nostra voce di persone
competenti nel campo e attente al come vengono fatte le cose oltre che
al loro fine.

Grazie ancora per aver sollevato l'argomento, Marco!
Daniele

Altro articolo che a mio avviso vale il tempo di lettura:

Ciao,
Daniele

attachment.htm (3.04 KB)

D'accordo Diego ma al momento mi sembra serva l'autorizzazione del
giudice per una cosa del genere. Sembra invece che tramite questa app ce
la vogliano passare come una cosa che "abbiamo voluto noi" e intanto
sanno dove si trovano tutti gli italiani.

attachment.htm (5.36 KB)

Auguri a fare contact tracing con la precisione della localizzazione
basata su celle telefoniche...

Per fare contact tracing non è necessario conoscere le posizioni degli
utenti. Perché non sia una buona idea dare al governo l'infrastruttura
per conoscere e memorizzare la nostra posizione in ogni istante mi pare
superfluo ricordarlo.

Il panico indotto da una comunicazione scandalistica e un governo che
non ha un piano, né sa o vuole giustificare le proprie azioni, NON deve
portarci a ragionare in modo irrazionale. Quando i cittadini hanno paura
è il momento migliore per fare le peggio porcate. Stiamo attenti.

Se qualcuno vuole spendere qualche minuto, io e un mio amico abbiamo
raccolto le nostre riflessioni qui (articolo in inglese)

https://medium.com/@nicolettoand/technology-assisted-epidemiological-contact-tracing-solutions-apparently-clash-with-civil-73a611eb7be

Proponiamo anche un modo di fare contact tracing, sicuramente qualche
esperto della lista potrebbe commentarlo.

Buona domenica a tutti,

Giacomo

attachment.htm (7.6 KB)

Ciao Giacomo,

La vostra idea mi piace! Si sovrappone parzialmente a quanto - ho appena letto - sta facendo il governo di Singapore (Singapore government launches new app for contact tracing to combat spread of COVID-19 | MobiHealthNews )
Quindi forse è una strada percorribile, se anche i governi cominciano a prenderla in considerazione (con alcune differenze sostanziali come il fatto che non mi pare sia free software nel loro caso).
Speriamo si riesca davvero a trovare una soluzione che non ci costringa a perdere la nostra libertà per la salute.

Ciao,
Daniele

attachment.htm (8.35 KB)

L'unico sistema non abbandonabile dalle persone è un chip impiantato, come
quello dei cani, con rilevatori diffusi a breve distanza. Il virus
certamente mi spaventa, ma una simile soluzione mi terrorizza ancor più.
*** grazie Daniele dei link che fa pervenire in lista ***
diego

attachment.htm (4.18 KB)

Ciao Marco.
E cosa vorranno fare a chi non ha telefono mobile oppure ha uno smart che
non usa né Google né Apple né M$?
Gli vieteranno di esistere?
I link inviati da Daniele dirimono bene il problema.
diego

attachment.htm (6.4 KB)

Lettura molto interessante, che espande il raggio della discussione.
Grazie!

attachment.htm (8.14 KB)

Ciao Daniele, ciao lista!

ho letto di quello che stanno facendo a Singapore e mi sembra davvero
ottimo (come quasi tutto quello che gira da quelle parti). Ho letto la
notizia letteralmente il giorno dopo che finissimo l'editing della bozza.

Comunque, scrivo questa reply perché il governo di singapore ha
annunciato che l'app sarà rilasciata OPEN SOURCE [1]. A breve dichiarano
che sarà rilasciato la descrizione formale e la reference implementation
del protocollo, chiamato "BlueTrace" [2], assieme ai sorgenti delle app
per mobile e in futuro per wearable. Il profilo su github dell'agenzia
governativa che ha sviluppato il prodotto è molto ricco di repository di
vari servizi tecnologici offerti alla cittadinanza, quindi presumo sia
una loro pratica consolidata.

Wow

Giacomo

[1]

[2] https://bluetrace.io/

attachment.htm (11.8 KB)

Buongiorno a tutt*.

Resta un aspetto giuridico basilare: chi non possiede o non porta o indossa
un dispositivo su cui possa venire installato un software di tracciabilità
potrà essere obbligato a farlo?

diego

attachment.htm (12 KB)

Hallo,

ich benutze als alltägliches Telefon nur Ubuntu Touch und das
schon seit 2015! Mehr Infos: https://ubports.com/

lg, konrad

Ovviamente gli aspetti giuridici esulano dalla tecnologia in sé.
Attualmente mi risulta che a Singapore il sistema non sia obbligatorio,
ma a distanza di pochi giorni è già molto diffuso.

Il fatto che sia opt-in chiaramente aumenta le libertà a disposizione
dell'utente, a differenza di sistemi di mass surveillance (e.g.
tracciamento delle celle telefoniche) che peraltro sono anche
completamente inefficaci per lo scopo.

Il rilascio delle specifiche del protocollo e una reference
implementation implica che chiunque può sviluppare le proprie versioni
del tracer, compresi porting verso piattaforme diverse da Android/iOs.
Si può anche immaginare un dispositivo custom che svolga esclusivamente
quella funzione, considerato il costo risibile di una MCU Bluetooth.

Ma considerato il costo dei dispositivi low-budget che montano Android,
o i prezzi del mercato dell'usato, stiamo parlando più di questioni
ideologiche che tecnologiche/pratiche, IMHO.

Giacomo

Io sto sposando sempre di più la posizione di EFF
https://www.valigiablu.it/protezione-liberta-civili-coronavirus/
che in soldoni dice:
prendente i nostri dati perché dobbiamo aiutarti rispettando queste regole