Ennesimo attacco immotivato dall'assessorato

Andrea, buongiorno!
questo documento e' linkato sul sito "didattica a distanza" della
Provincia

C'e' una sezione in chiaro sulla privacy.
Che piaccia o no, i punti elencati sono inapplicabili per via della
sporporzione di dimensioni e di potere tra Google e i paesi europei,
figuriamoci poi le intendenze scolastiche.
Stiamo pagando la mancanza di progettualita' e visione europea, la
mancanza di strategie.
Consiglio fraudolento. per venire incontro alla privacy e al contempo
usare Google, in mancanza di alternative, si potrebbe chiedere
all'Autorita' di stabilire identita' fittizie per qualsiasi studente
che non voglia farsi profilare. Un esempio e'
https://www.ilcodicefiscale.online/genera/
Ma visto che Google e ormai tutti chiedono una verifica via abbonamento
mobile e SMS occorrerebbe un accordo con le societa' del settore per
rispondere a Google con SMS farlocchi.
Durante la guerra ai partigiani davano documenti falsi. Ai testimoni di
mafia importanti stessa cosa, si cambia l'identita'. Gli agenti dei
servizi per ovvi motivi non hanno il loro nome vero sulla carta
d'identita'. Facciamo lo stesso con gli studenti e Google Drive e il
problema e' provvisoriamente risolto. A lungo termine dobbiamo
svegliarci.

Gianguido

attachment.htm (16.5 KB)