FINANZIARIA: SOSTEGNO ALL’OPEN SOURCE NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Da Punto Informatico [1]:

[...]
Il Sottosegretario all'Innovazione Beatrice Magnolfi afferma:
"Sosteniamo la crescita di un'industria italiana del software, un
arcipelago di piccole imprese gestite da giovani, che infondono al
mercato innovazione e creatività".

Il documento è disponibile in formato .doc:
http://www.beatricemagnolfi.it/wp/wp-content/uploads/CS%20Open%20Source%20in%20finanziaria%202007.doc

[1] Punto Informatico: Notizie Online su Informatica e Tecnologia

fa tenerezza leggere queste cose quando da 4 anni ogni
mese mando email al ministero di giustizia (che non lavora
via PEC) per segnalare come o non pubblichino i sorgenti
del sw di proprieta' di questa Repubblica, o se li pubblicano
volutamente fanno circolare il materiale vecchio ed incompatibile
con quanto in uso oggi, o rispondono <linux? ah, ma non
abbiamo avuto richieste> etc etc etc : la fantasia umana
non ha limiti nella fuffa che si puo' inventare per segnalarsi
disponibili mentre nei fatti concreti si fa altro

[...]
Il Sottosegretario all'Innovazione Beatrice Magnolfi afferma:
"Sosteniamo la crescita di un'industria italiana del software, un
arcipelago di piccole imprese gestite da giovani, che infondono al
mercato innovazione e creatività".

fa tenerezza leggere queste cose quando da 4 anni ogni
mese mando email al ministero di giustizia (che non lavora
via PEC) per segnalare come o non pubblichino i sorgenti
del sw di proprieta' di questa Repubblica, o se li pubblicano
volutamente fanno circolare il materiale vecchio ed incompatibile
con quanto in uso oggi, o rispondono <linux? ah, ma non
abbiamo avuto richieste> etc etc etc : la fantasia umana
non ha limiti nella fuffa che si puo' inventare per segnalarsi
disponibili mentre nei fatti concreti si fa altro

[standing ovation]

Tristemente, ma posso solo darti ragione, grazie per il bel modo di
esprimerti che hai avuto :wink:

+1

Andrea

Effettivamente da un ministro della giustizia laureato in ingegneria
meccanica e specializzato in acustica quale Castelli ci si aspettava
quantomeno che sapesse meglio udire la voce dei cittadini.
Ma a quanto pare non stai avendo fortuna nemmeno col nuovo ministero ...

Cambia ministero! Prova con quello per l'Innovazione e le Tecnologie.
Nella precedente legislatura credo che non avresti avuto comunque
molta fortuna con Stanca:
http://www.unitn.it/unitn/numero69/images/tavolo_firmatari.jpg visto
quali erano i suoi compagni di merende.
Inoltre era molto impegnato a spendere 45 milioni di euro per il portale
italiano del turismo: http://www.italia.it/

Paolo Dongilli ha scritto:

Cambia ministero! Prova con quello per l'Innovazione e le Tecnologie.
  

E io che m'illudevo che la nuova compagine di governo avrebbe dato
qualche prova di sensibilità sul problema!