GPL e "prezzo"

Ciao,

mi stavo leggendo il testo della GPLv3. Dice che free(dom) software
non significa necessariamente gratuito ... ma che significa avere
il codice sorgente per essere liberi di modificarlo ... e che questa
liberta' deve essere data anche a chi diamo copia del software
o se facciamo un lavoro derivato e lo distribuiamo.

Ma secondo la GPL, se uno vuole, la distribuzione del software potrebbe
essere a pagamento.

Vi risulta?

In linea teorica quindi i creatori di openoffice potrebbero vendere
il loro prodotto supponiamo a 40 euro ? Il fatto che nella vendita
diano anche il codice sorgente e permettano a chiunque di
modificarlo o migliorarlo e rivenderlo a pagamento sempre
dando il codice sorgente sarebbe GPL compatibile?

Da quello che ho capito io si ... sbaglio?

Da quello che ho capito io si ... sbaglio?

Certo,
e` cosi` da sempre:
http://www.gnu.org/philosophy/selling.html

Bye,
Chris.

Chris Mair schrieb:

Da quello che ho capito io si ... sbaglio?

Certo,
e` cosi` da sempre:
Selling Free Software - GNU Project - Free Software Foundation

Esatto.

Carlo Piana mi aveva anche spiegato che da un punto di vista legale si
paga un servizio, cioe` il servizio di distribuzione. Potrebbero
ovviamente essere anche altri servizi. Non si vende una licenza d'uso.
Per noi human beings questa distinzione puo' essere poco importante, ma
sembra che per gli avvocati ci sia una differenza.

Attenzione non sono un legale e non so' se ho riportato esattamente i
dettagli descritti da Carlo. Consiglio percio' a tutti di rivolgervi
direttamente a lui, se volete descrizzioni dettagliate.

Un ulteriore punto sta nella distribuzione del codice sorgente. Non
dev'essere distribuito subito, e' importante che sia facile (a costo 0)
da riperire per l'utente che lo vuole avere. Vedi caso Harald Welte
contro Netgear... Oggi in quasi ogni router della Netgear c'e' un
foglietto col link per il download del sorgente del software (GNU/Linux
based) del router. Ma il sorgente non viene incluso nella scatola.

hh
Patrick

Patrick Ohnewein wrote:

Carlo Piana mi aveva anche spiegato che da un punto di vista legale si
paga un servizio, cioe` il servizio di distribuzione. Potrebbero
ovviamente essere anche altri servizi.

Oppure, come fece SuSE in passato, aggiunge alla distribuzione un
programma con un licenza proprietaria. In questo caso e' legale copiare
tutte le parti Free della distribuzione meno la parte proprietaria.

Un ulteriore punto sta nella distribuzione del codice sorgente. Non
dev'essere distribuito subito, e' importante che sia facile (a costo 0)
da riperire per l'utente che lo vuole avere.

Nitpicking: la GPL dice che il costo non deve superare il costo di
distribuzione, che adesso con internet, e' praticamente 0.

(Ri)leggendo questa parte della GPL, mi sorprende una clausola che pone un
limite temporale a questo obbligo: almeno 3 anni per la GPLv2 e almeno 3
anni/il periodo di "support", per la GPLv3.

Mettiamo il caso che qualcuno distribuisce un programma in forma binaria
sotto la GPLv3 e passano 3 anni dopo l'ultima "distribuzione" del SW senza
che nessuno esercita uil diritto di richiedere il codice sorgente. Finisce
il periodo di supporto per il prodotto: e' legale per il produttore a
questo punto di rifiutarsi di distribuire il codice sorgente?

Thomas

Thomas Pircher schrieb:

(Ri)leggendo questa parte della GPL, mi sorprende una clausola che pone un
limite temporale a questo obbligo: almeno 3 anni per la GPLv2 e almeno 3
anni/il periodo di "support", per la GPLv3.

Mettiamo il caso che qualcuno distribuisce un programma in forma binaria
sotto la GPLv3 e passano 3 anni dopo l'ultima "distribuzione" del SW senza
che nessuno esercita uil diritto di richiedere il codice sorgente. Finisce
il periodo di supporto per il prodotto: e' legale per il produttore a
questo punto di rifiutarsi di distribuire il codice sorgente?

Non ne sono sicuro, ma potrebbe essere sensato.

Non si può obbligare ad servizio per un tempo indeterminato. Vorrebbe
dire, che il produttore anche dopo 30 anni dovrebbe poterti dare il
codice del binario che hai trovato su un tuo vecchio tape.

Penso che con 3 anni, per un binario vecchio, il tempo di obbligo sia
abbastanza. Soprattutto perché ad ogni ridistribuzione, senza cambio di
licenza, il counter si resetta :wink:

Patrick