open data e risparmio energetico

Buongiorno!

Due mesi fa avevo scritto sugli open data del contatore elettronico di
nuova generazione 2G. Tecnicamente ai limiti del banale, di fatto con
l'accesso bloccato da un'assurda mentalita' borbonica-burocratica. Il
gruppo Team-K aveva presentato un'interrogazione al Consiglio della
Provincia di Bolzano
http://www2.landtag-bz.org/documenti_pdf/idap_661775.pdf

Tempo di risposta 30 giorni. Ne sono passati quasi 60 e siamo ancora
senza risposta. DI solito lo giustificano con la "necessita' di
raccogliere ulteriori informazioni".

Ho preparato un articolo molto piu' dettagliato, in pubblicazione su
Nuova Energia, riguardo le opportunita' perse per il risparmio
energetico per il fatto che dati che dovrebbero essere open in realta'
non lo sono. Se ce lo possiamo permettere di questi tempi! Ma ai regimi
borbonici-burocratici questo non interessa.
https://share.mailbox.org/ajax/share/02f62ab006ac9e732e3e3216ac9e4af78717d6c809dde949/1/8/Njc/NjcvMTcxOQ

Il senso della questione e' anche illustrato da un pezzo apparso oggi
sul Fatto Quotidiano

che riflette il fatto che non si puo' controllare quello che prima non
si puo' misurare.

Saluti,
Gianguido

attachment.html (2.04 KB)

Buongiorno!

E' arrivata la risposta della Provincia di Bolzano all'interrogazione
sull'accesso ai dati degli Smart Meter

http://www2.landtag-bz.org/documenti_pdf/idap_667606.pdf

To make a long story short, i grandi fornitori di energia e le aziende
di filiera, componentistica ecc. non hanno interesse a un approccio
open. Adesso che i dati sono indispensabili per potere venire correlati
ai consumi e identificare possibilita' di risparmio ed efficienza
assumono anche un forte valore commerciale. Non a caso la legge
definisce i dati come open ma il CT 13 dei CEI ha operato diversamente.
Forse, non avessimo avuto la crisi attuale, i dati sarebbero open, a
chi interessano? Invece saranno gestiti solo da Asset Provider e quasi
solo in cloud, a prezzi e condizioni decisi da loro.

Chissa' quale sarebbe la reazione del pubblico se lo stesso principio
venisse applicato agli esami clinici. "Signora, abbiamo i risultati del
Suo esame del sangue ma non possiamo comunicarglieli. Puo' pero' fare
un abbonamento con la 'Esamiallegri SpA', 10 EUR/mese, 100 EUR/anno
oppure 25 EUR ad esame. Loro hanno il Software necessario per leggere i
risultati e inviarle un pdf. 10 EUR di bonus sul primo esame. Cosa
aspetta?" Nessuna paura, tra poco ci arriviamo.

Gianguido

attachment.html (3.74 KB)

Grazie Gianguido, leggerò con interesse, in attesa della risposta di PAB.
Saluti,
diego

Buongiorno!
Due mesi fa avevo scritto sugli open data del contatore elettronico di

nuova generazione 2G. Tecnicamente ai limiti del banale, di fatto con
l'accesso bloccato da un'assurda mentalita' borbonica-burocratica. Il
gruppo Team-K aveva presentato un'interrogazione al Consiglio della
Provincia di Bolzano

http://www2.landtag-bz.org/documenti_pdf/idap_661775.pdf
Tempo di risposta 30 giorni. Ne sono passati quasi 60 e siamo ancora

senza risposta. DI solito lo giustificano con la "necessita' di raccogliere
ulteriori informazioni".

Ho preparato un articolo molto piu' dettagliato, in pubblicazione su

Nuova Energia, riguardo le opportunita' perse per il risparmio energetico
per il fatto che dati che dovrebbero essere open in realta' non lo sono. Se
ce lo possiamo permettere di questi tempi! Ma ai regimi
borbonici-burocratici questo non interessa.

https://share.mailbox.org/ajax/share/02f62ab006ac9e732e3e3216ac9e4af78717d6c809dde949/1/8/Njc/NjcvMTcxOQ

Il senso della questione e' anche illustrato da un pezzo apparso oggi sul

Fatto Quotidiano

che riflette il fatto che non si puo' controllare quello che prima non si

puo' misurare.

attachment.html (3.04 KB)

Ciao, Diego!

Guarda che la risposta e' arrivata ed e' l'argomento dei miei messaggi
di oggi su lugbz e linuxtrent.

http://www2.landtag-bz.org/documenti_pdf/idap_667606.pdf

Gianguido

attachment.html (2.76 KB)

Mi ero perso un pezzo del tread...
diego

Ciao, Diego!
Guarda che la risposta e' arrivata ed e' l'argomento dei miei messaggi di

oggi su lugbz e linuxtrent.

http://www2.landtag-bz.org/documenti_pdf/idap_667606.pdf

Gianguido

Grazie Gianguido, leggerò con interesse, in attesa della risposta di PAB.
Saluti,
diego

Buongiorno!
Due mesi fa avevo scritto sugli open data del contatore elettronico di

nuova generazione 2G. Tecnicamente ai limiti del banale, di fatto con
l'accesso bloccato da un'assurda mentalita' borbonica-burocratica. Il
gruppo Team-K aveva presentato un'interrogazione al Consiglio della
Provincia di Bolzano

http://www2.landtag-bz.org/documenti_pdf/idap_661775.pdf
Tempo di risposta 30 giorni. Ne sono passati quasi 60 e siamo ancora

senza risposta. DI solito lo giustificano con la "necessita' di raccogliere
ulteriori informazioni".

Ho preparato un articolo molto piu' dettagliato, in pubblicazione su

Nuova Energia, riguardo le opportunita' perse per il risparmio energetico
per il fatto che dati che dovrebbero essere open in realta' non lo sono. Se
ce lo possiamo permettere di questi tempi! Ma ai regimi
borbonici-burocratici questo non interessa.

https://share.mailbox.org/ajax/share/02f62ab006ac9e732e3e3216ac9e4af78717d6c809dde949/1/8/Njc/NjcvMTcxOQ

Il senso della questione e' anche illustrato da un pezzo apparso oggi

sul Fatto Quotidiano

che riflette il fatto che non si puo' controllare quello che prima non

si puo' misurare.

attachment.html (3.74 KB)

Letta risposta, provato a leggere dal sito di ARERA: di fatto trovo assemblate le letture mensili riportate (circa) in bolletta; di scarso aiuto per un eventuale controllo giornaliero dei consumi. Sintesi molte chiacchere, fatti pochi.

diego

Ciao, Diego!

Guarda che la risposta e' arrivata ed e' l'argomento dei miei messaggi di oggi su lugbz e linuxtrent.

http://www2.landtag-bz.org/documenti_pdf/idap_667606.pdf
Gianguido
On Mon, 2022-11-14 at 20:04 +0100, Diego Maniacco wrote: Grazie Gianguido, leggerò con interesse, in attesa della risposta di PAB.
Saluti,
diego

attachment.html (3.85 KB)