Ordine mount fstab

Ciao,

io dovrei fare il mount di due cartelle in fstab. Il secondo mount
dovrebbe essere fatto dopo il primo
perché usa la cartella montata dal primo

/dev/sda1 /mnt/sda1 ext4 rw 0 0
bindfs#/mnt/sda1/tmp /tmp fuse rw 0 0

Il fatto è che fstab sembra che monti in "parallelo" probabilmente per
ottimizzare i tempi.

Come si possono mettere in sequenza i mount?

Saluti!

attachment.htm (773 Bytes)

Puoi fare anche diversamente.
- fai il mount delle due partizioni su due posizioni di /mnt distinte; in questo modo le trovi mounted separatamente sotto /.
- definisci un symbolic-link (ln -s ) della seconda nella prima; quando i mount sono a posto questo ti risolve correttamente.

diego

attachment.htm (2.17 KB)

Ciao,

2014-02-05 Davide <d(a)vide.bz>:

Ciao,

io dovrei fare il mount di due cartelle in fstab. Il secondo mount dovrebbe
essere fatto dopo il primo
perché usa la cartella montata dal primo

/dev/sda1 /mnt/sda1 ext4 rw 0 0
bindfs#/mnt/sda1/tmp /tmp fuse rw 0 0

Perché vuoi montare la directory /tmp via bindfs (e usando fuse :-O)?
Io non lo farei.
/tmp/ (e /run/ oggi viene montata direttamente in ram con tmpfs, molto
più efficiente e veloce che averla su HD, visto che contiene solo dati
volatili.

Il fatto è che fstab sembra che monti in "parallelo" probabilmente per
ottimizzare i tempi.

Come si possono mettere in sequenza i mount?

A. con uno script messo in rc.local che verifica la correttezza del mount.
B. eseguendo bindfs dopo il mount della partizione principale (a mano
o sempre in rc.local).

hth,
Stefano

Puoi fare anche diversamente.
- fai il mount delle due partizioni su due posizioni di /mnt distinte; in questo modo le trovi mounted separatamente sotto /.
- definisci un symbolic-link (ln -s ) della seconda nella prima; quando i mount sono a posto questo ti risolve correttamente.

Confermo.

Mi sembra la soluzione piu` sensata.

Bye,
Chris.

Ciao ragazzi grazie per le risposte.
Vi spiego i problemi:

A) ln -s: ci avevo pensato anche io ma per esempio eclipse quando usa un
percorso su un link simbolico lo risolve nel path assoluto e lo memorizza
                nelle preferenze. Quindi poi nelle preferenze di eclipse
avrei /mnt/sda1/tmp che non è "portabile" se un giorno cambio percorso
di tmp
                ( o la rimetto "normale")

B) Il tmpfs sarà in ram ma ho visto che i file veri e propri sono
scritti su disco sottraendo spazio disponibile. E quindi vorrei mettere
questo spazio
       su un altra partizione invece che quella del sistema dove c'e'
molto più spazio.

C) il mount manuale in rc.local potrebbe anche dare bene. Ma poi nella
fase di shutdown vengono anche smontate così come in fstab?

attachment.htm (2.43 KB)

Ciao,

2014-02-05 Davide <d(a)vide.bz>:

B) Il tmpfs sarà in ram ma ho visto che i file veri e propri sono scritti su
disco sottraendo spazio disponibile. E quindi vorrei mettere questo spazio
      su un altra partizione invece che quella del sistema dove c'e' molto
più spazio.

Se hai una partizione montata come type tmpfs e vi scrivi un file,
come fa a venire scritto su disco?

C) il mount manuale in rc.local potrebbe anche dare bene. Ma poi nella fase
di shutdown vengono anche smontate così come in fstab?

L'unmount di tutte le partizine al momento dello shutdon/reboot viene
gestito (almeno su debian) dallo script /etc/init.d/umountfs che si
preoccupa di smontare i filesystem nell'ordine corretto. Su altre
distro immagino ci sia uno script analogo.

Una volta eclipse usava $HOME/.workspace/ come directory di lavoro. Se
monti questa dir non è meglio?

Altra alternativa: crei un LVM dedicato, metti in fstab
/dev/mapper/eclipse $HOME/.workspace ext4 default, user 0 2

e lo monti via rc.local.

hth,
Stefano

Davide, ti mostro una mia configurazione-tipo, che adotto con soddisfazione da diversi anni su suggerimento di un amico:

da mount:
/dev/sda5 on / type ext4 (rw,errors=remount-ro,user_xattr)
/dev/sda9 on /tmp type ext2 (rw)
/dev/sdb5 on /mnt/homedata2 type ext4 (rw)
/dev/sda1 on /boot type ext4 (rw)
/dev/sda6 on /mnt/ubuntuBAK type ext4 (rw)
/dev/sda7 on /mnt/homedata type ext4 (rw)

df -H
Filesystem Size Used Avail Use% Mounted on
/dev/sda5 14G 11G 2,3G 83% /
/dev/sda9 4,8G 22M 4,5G 1% /tmp
/dev/sdb5 123G 108G 9,1G 93% /mnt/homedata2
/dev/sda1 104M 40M 59M 41% /boot
/dev/sda6 14G 12G 1,2G 92% /mnt/ubuntuBAK
/dev/sda7 83G 49G 29G 63% /mnt/homedata

/tmp è di tipo ext2: essendo dati volatili risulta più veloce un fs senza journal.
sda5 (/) e sda6 (copia di / in caso di update di versione o spazio di manovra altrimenti) possono essere un poco aumentate.

/tmp è la regola, dovrebbe quindi risolvere il problema di portabilità che citi.

Spero di aver dato un suggerimento utile.
diego

attachment.htm (4.68 KB)