Portatili condivisione desktop senza rete (classica)

Ciao,

cose si puo' fare secondo voi per avere dei portati, non collegati
necessariamente ad una rete eth,
per condividere lo schermo? Per il software non credo ci siano
problemi, tipo usando vnc ...

... ma per far passare i dati?

Sarebbe possibile collegare i portatili con un cavo usb e far passare
li i dati? E se i portatili
sono piu' di 2?

Ciao Davide,

non sono sicuro di capire il tuo schenario.

Penso che anche per vnc devi mettere le macchine (portatili nel tuo
caso) in una rete. Non appena le macchine sono in rete e puoi fare ssh
verso le macchine, puoi semplicemnete esportare X e usare le
applicazioni sulla machine remote (sempre i tuoi portatili) ma fare
utilizzare l'X-Server della tua macchina client.

Per l'accesso al filesystem da remoto, forse un sftp? Oppure fare un
mount attraverso ssh?

Patrick

Davide schrieb:

Si questo l'ho so fare. Solo che ho a disposizione 2 (o piu') portatili
senza avere una presa di rete o una rete wifi ... ma al massimo dei cavi usb,

Come faccio a fare una rete su usb?

Avete esperienze? Io presumo si puo'
fare in quanto il mio cell'android va in "rete" col mio linux che fa
da gateway ...

C'e' qualcosa di facile per fare ethernet su usb che avete provato?

Si questo l'ho so fare. Solo che ho a disposizione 2 (o piu')
portatili
senza avere una presa di rete o una rete wifi ... ma al massimo dei
cavi usb,

Come faccio a fare una rete su usb?

Avete esperienze? Io presumo si puo'
fare in quanto il mio cell'android va in "rete" col mio linux che fa
da gateway ...

C'e' qualcosa di facile per fare ethernet su usb che avete provato?

Ciao,

secoli fa ho usato PLIP (ip over parallelo port), qulcuno avra` fatto
USBIP...?

Cmq. ti consiglio un'altra strada: prenditi un paio di adattatori
Ethernet
over USB e un cavo Ethernet cross.

Per dirne uno, l'Apple USB-Ethernet Adaptor e` supportato
*out-of-the-box* sia sotto Linux (kernel un po` recente) che OpenBSD.

Cmq informati prima di prenderne uno, altrimenti hai trovato compagnia
per la tua stampante Dell :wink:

Bye,
Chris.

PS: ma che portatili sono a non avere ne ethernet ne wifi? Macbook Air
extreme edition?

Chris Mair wrote:

secoli fa ho usato PLIP (ip over parallelo port)

bei vecchi tempi. :wink:

qulcuno avra` fatto USBIP...?

Dal punto di vista SW forse SLIP sarebbe possibile con un USB ACM class
driver (emulazione seriale). Pero' non saprei come connettere fisicamente
due PC su USB, visto che l'USB e' specificato host/device e mai
peer-to-peer.
E mi rifiuto pensare a 2 convertitori USB-seriale, collegati tramite
nullmodem!

Cmq. ti consiglio un'altra strada: prenditi un paio di adattatori
Ethernet over USB e un cavo Ethernet cross.

Ack! Sarebbe ordini di grandezze piu' semplice da installare.

PS: ma che portatili sono a non avere ne ethernet ne wifi?

2 adattori USB Wi-Fi, collegati in una rete ad-hoc sarebbe un'alternativa
al cavo ethernet.

Thomas

Non intendevo che i portatili non hanno wifi, intendevo di essere un
posto dove non c'è una rete "centrale". Si può fare in modo che un
portatile sia il server e l'altro o gli altri si collegano con wifi?

Avete esperienze? Io presumo si puo'
fare in quanto il mio cell'android va in "rete" col mio linux che fa
da gateway ...

E presumi sbagliato perché l'usb che ha il tuo android è decisamente diversa da quella di un PC.

C'e' qualcosa di facile per fare ethernet su usb che avete provato?

Non è un problema di facile o difficile, con l'USB da sola (senza aggiungere altro hw)

                       NON SI PUO FARE !!!!

e la parallela non conta perché se non erro anche quella aveva bisogno di hw apposito (cavo laplink)

Usa il wireless o ethernet che è meglio...

Certo che si!

man iwconfig

suggerimento: iwconfig eth1 mode master

solo che alcuno dispositivi non supportano il master/repeater/monitor mode :frowning:

In generale se puoi sniffare puoi fare anche da hub...

Ciao,

2010/7/7 Davide <d(a)vide.bz>:

Non intendevo che i portatili non hanno wifi, intendevo di essere un
posto dove non c'è una rete "centrale". Si può fare in modo che un
portatile sia il server e l'altro o gli altri si collegano con wifi?

Se hai wifi puoi usare avahi/zeroconf... e se usi kde puoi
direttamente mettere un applet nella tray che condivide (via avahi)
una o più directory in upload&download e vederle in midnight
commander, konqueror etc. Se hai una debian-derived, prova a cercare

$ aptitude search ^avahi

per avere un'idea di cosa sia avahi (o cerca zeroconf/avahi su
$motore_di_ricerca).
HTH,
Stefano

http://en.wikipedia.org/wiki/Wireless_ad_hoc_network

o banalmente, una cosa tipo

# iwconfig wlan0 mode ad-hoc
# iwconfig wlan0 essid "paperino"
# iwconfig wlan0 key "s:antaniblinda1"
# ifconfig wlan0 192.168.1.1 netmask 255.255.255.0 up

sostituisci wlan0 con il nome della tua eth, e usa ovviamente sul
secondo/terzo/etc. laptop metti ip diversi nella stessa rete; of course
se una delle macchine ha internet mobile, puo' anche fare da gateway con
le apposite direttive di nat/masquerade ed impostandolo come default gw.

bye,
K.

Questa cosa funziona tra pc :slight_smile: il secondo vede le wireless del primo
!!! Anche se non sono ancora arrivato ad una connessione
vera e propria.

Il problema e' che invece android non vede le connessioni ad-hoc. Si
puo' fare qualche hack, ma ho pensato ad una via migliore!

Cercando in internet ho visto che in linux e' possibile proprio fare
un access point. Questo portando la scheda in modalita' master.

Ho controllato se il mio portatile supporta questa modalita' ... e la
risposta e' si !!!

Ho provato a settare quella modalita' ma gia' questo e' un casino!!! I
tutorial sono piuttosto confusi ma alla fine ce l'ho fatta!!!
Usando hostapd riesco a far apparire il mio portatile come un access
point wireless e il cellulare android lo vede :slight_smile:

Ora pero' dovrei andare avanti: impostazione della password, dhcp,
dns, nat, ecc ...

Ma anche per queste cose e' un casino e non trovo un tutorial uguale
all'altro e nessuno mi sembra "scientifico" ma solo
una serie di tentativi su schede diverse.

Al momento sono arrivato che il cellulare chiede un indirizzo ip al
dhcp ma nessuno gli risponde! Ho controllato con wireshark
e i pacchetti arrivano ma non c'e' una risposta!

Qualcuno di voi mi sa aiutare? Possiamo un martedi alla cena provare
insieme cosi mi date una mano? Se ci riusciamo
riesco anche a risolvere il problema di far parlare piu' pc tra di
loro senza un access point.

Il problema e' che invece android non vede le connessioni ad-hoc. Si
puo' fare qualche hack, ma ho pensato ad una via migliore!

IIRC c'e' qualche app che permette di settarlo, ma non ricordo
come/nome/dove :slight_smile:

Cercando in internet ho visto che in linux e' possibile proprio fare
un access point. Questo portando la scheda in modalita' master.

Si e no.

Ho controllato se il mio portatile supporta questa modalita' ... e la
risposta e' si !!!

Ho provato a settare quella modalita' ma gia' questo e' un casino!!! I
tutorial sono piuttosto confusi ma alla fine ce l'ho fatta!!!
Usando hostapd riesco a far apparire il mio portatile come un access
point wireless e il cellulare android lo vede :slight_smile:

Ah si, ecco, con hostapd si, solo con la scheda e i wireless tool, no.

Ora pero' dovrei andare avanti: impostazione della password, dhcp,
dns, nat, ecc ...

Password non te ne servono (a parte quella della wireless, e li si
impostera' - suppongo - in hostapd o simile).

Per dhcp, dns & co., ci sono vari toollettini smart, tipo dnsmaq, che fanno
tutto quello che ti serve.
http://freshmeat.net/projects/dnsmasq

E per il nat/masquerading, la cosa piu' comoda per una situazione cosi' al volo
potrebbe essere uno script tipo questo:

--- masq.sh ---
#! /bin/sh

if [ -z "$1" ]; then
  echo "Syntax: $0 <if_out>"
  exit 1
fi

echo 1 > /proc/sys/net/ipv4/ip_forward
echo -n "Forwarding: "
cat /proc/sys/net/ipv4/ip_forward

echo "modprobe ipt_MASQUERADE"
modprobe ipt_MASQUERADE

echo "iptables -t nat -A POSTROUTING -o ${1} -j MASQUERADE"
iptables -t nat -A POSTROUTING -o "${1}" -j MASQUERADE
---- end of file ----

E lo lanci con il nome dell'interfaccia collegata ad internet, p. es.:
# ./masq.sh hso0

bye,
K.

E' proprio questa la parte che capisco poco. Quel comando direbbe di mandare
tutti i pacchetti in arrivo su un interfaccia wlan0 a eth0 ?
Perche' non specifico la wlan0 ma solo l'interfaccia di arrivo eth0?

E quando i pacchetti tornano indietro (le risposte) viene anche gestisto?
Anche il traffico arp viene gestito cosi?

che indirizzo ip do alla wlan0 ? che indirizzo ip do al cellulare? Intendo dire
devo fare 2 lan con range ip diversi e poi gestire la comunicazione tra le due
interfacce per fare in modo che i pacchetti passino da una all'altra?
Ma oltre a iptables non devo anche impostare delle regole di route?

> iptables -t nat -A POSTROUTING -o "${1}" -j MASQUERADE

E' proprio questa la parte che capisco poco. Quel comando direbbe di mandare
tutti i pacchetti in arrivo su un interfaccia wlan0 a eth0 ?

No, tutti i pacchetti in arrivo su qualsiasi interfaccia che sarebbero
(da routing) ruotati in uscita sull'interfaccia specificati con -o
verranno mascherati con quell'indirizzo, prima di uscire (e verranno
smascherati (hahahaha) e ruotati indietro i relativi pacchetti di
risposta in entrata).

Perche' non specifico la wlan0 ma solo l'interfaccia di arrivo eth0?

C'est plus facile :slight_smile:

No a parte gli scherzi, l'obbiettivo di questo ambaradan e' fare "al
volo" una condivisione di un accesso ad internet tramite una macchina
connessa (ad internet) via umts, wireless, cavo, piccione viaggiatore
(visto che le altre macchine non lo sono) per una rete locale temporanea
(e a cui e' collegata gente di cui mediamente ti fidi, tipo la classica
grigliata del LUG-BZ).

Non e' certo un setup serio di firewalling/nat/routing/qualcosa per una
situazione fissa/permanente (anche perche' la sintassi/utilizzo di
iptables fa vomitare - scusate il termine tecnico - e farlo a mano e' da
spararsi).

E quando i pacchetti tornano indietro (le risposte) viene anche gestisto?

Si.

Anche il traffico arp viene gestito cosi?

No, non ti serve, la macchina che fa da gateway (quella dove e' stato
fatto girare lo script di cui sopra) deve essere impostata come default
gw nelle altre stazioni. Ma se usi tipo dnsmasq, fa anche da dhcp server
e imposta tutto in automatico.

che indirizzo ip do alla wlan0 ? che indirizzo ip do al cellulare? Intendo dire

Mi sono perso.. c'e' un cellulare di mezzo?

Comunque gli ip puoi mettere un po' quelli che ti pare, meglio se scelti
tra quelli specifici indicati dall'RFC1918 <g>.

P. es, un superclassico 192.168.1.0/24 per la rete privata.
L'interfaccia connessa ad internet avra' un suo ip pubblico avuto via
ppp o simile, o al massimo un altro ip privato (ecco, evitare che siano
della stessa netmask) in caso di doppio-nat-carpiato-ritornato :slight_smile:

Anche in questo caso consiglio l'uso di dnsmasq per avere il servizio di
dhcp e dns 'cache' (per farla breve).

devo fare 2 lan con range ip diversi e poi gestire la comunicazione tra le due
interfacce per fare in modo che i pacchetti passino da una all'altra?
Ma oltre a iptables non devo anche impostare delle regole di route?

No, tranne quelle che gia' hai per accedere ad internet sulla stazione
che fara' da gateway.

Riassumendo:

se hai un laptop collegato ad internet con un'interfacciai (lan, wlan
oppure un modem umts (ma anche analogico <g>) interno, usb o simile) e
vuoi condividere l'accesso ad internet per il resto della rete, questo
script e dnsmasq ti bastano.

Se invece devi anche collegare il laptop che fa da gateway al cellulare
sempre via IP (PAN o WIFI o altro), questi possono comunque funzionare;
vai avanti per passi, prima fai funzionare laptop -> cellulare e poi da
laptop puoi far navigare anche altri cosi su un'altra interfaccia (anche
sulla stessa, in realta', ma e' ancora un po' piu' complicato).

Comunque se hai un cellulare android (altro anche, i suppose) con
umts/hdspa e vuoi fare un access-point temporaneo, ci sono delle
applicazioni che fanno MIFI[1]/tethering[2]/etc, forse e' ancora piu'
comodo..

[1]: http://en.wikipedia.org/wiki/MiFi
[2]: http://en.wikipedia.org/wiki/Tethering

Poi ci saranno sicuramente cose per utenti mac o ubuntu che usano
zeroconf, rendevouz o altre diavolerie simili, o anche banalmente fanno
tutto in automatico con un'interfaccia grafica, ma io sono troppo web
0.5 per conoscerle.

bye,
K.

Igor Falcomata' schrieb:

No a parte gli scherzi, l'obbiettivo di questo ambaradan e' fare "al
volo" una condivisione di un accesso ad internet tramite una macchina
connessa (ad internet) via umts, wireless, cavo, piccione viaggiatore
(visto che le altre macchine non lo sono) per una rete locale temporanea
(e a cui e' collegata gente di cui mediamente ti fidi, tipo la classica
grigliata del LUG-BZ).

Ich verwende erfolgreich dieses selbstgebastelte Skript, um ein
Adhoc-WLAN aufzubauen (ohne Verschlüsselung, ohne DHCP -> Adressen
müssen von Hand vergeben werden, mit dnsmasq habe ich mich noch nicht
befasst):

iwconfig wlan0 mode Ad-Hoc essid paperino key off
ifconfig wlan0 192.168.1.1 netmask 255.255.255.0 broadcast 192.168.1.255
VERBINDUNG_INTERN="wlan0"
VERBINDUNG_EXTERN="ppp0"
IPBEREICH_INTERN="192.168.1.0/24"
iptables -A FORWARD -i $VERBINDUNG_EXTERN -o $VERBINDUNG_INTERN -s
$IPBEREICH_INTERN -m conntrack --ctstate NEW -j ACCEPT
iptables -A FORWARD -m conntrack --ctstate ESTABLISHED,RELATED -j ACCEPT
iptables -t nat -A POSTROUTING -o $VERBINDUNG_EXTERN -j MASQUERADE
sysctl -w net.ipv4.ip_forward=1

Liebe Grüße,
Andreas

Ho trovato una cosa interessante: hostapd + bridge.

bridge e' la possibilita' di mettere "insieme" sue interfacce come fossero una.
tutto il traffico da una e' replicata sull'altra. Con brctrl si puo'
mettere insieme wlan0 e eth0. In questo modo tutto quello che ha bisogno
wlan0 (arp, dhpc, dns, ecc) usa le stesse risorse che ha a disposizione eh0.
Questo riduce di un sacco i problemi e non serve iptables.
Quindi tutto quello che si "attacca" alla scheda wlan0 e' come fosse
nella stessa
rete di eth0.

Hostapd e' un daemon facilmente configurabile che attiva la scheda
wireless del mio portatile
in modalita access point (Master) e attiva un'autenticazione wpa2.

Con queste due cose riesco a casa a usare il mio portatile come access
point per il mio
cell android (a casa non ho wireless ... anche se mi costa meno fatica
comprare un router
wireless ... io vado avanti per la gloria :wink:

Ci sono parecchi problemi pero'. Non ho ancora capito dove sta il
problema ... dovrei
fare controlli incrociati. La rete va a tratti e a tratti non va.
I problemi potrebbero andare dal wireless con il canale in conflitto
con altri, al driver
che in modalita' master potrebbe avere problemi, al protocollo di
hostpad e l'implementazione
di android ...

nei prossimi giorni continuero' gli esperimenti.

Questo pero' non risolve i problemi se il portatile non e' attaccato
alla adsl a casa. Se voglio
fare una rete fuori casa ... allora dovrei avere dhcp, dns (se non
voglio usare i numeri ip) ecc
come daemoni ...

2010/9/3 Andreas Baumgartner <lists+lugbz-list(a)andreas.bz.it>: