ppd per stamante canon

Ciao,

all'ultimo incontro abbiamo parlato di usare direttamente il ppd per
installare la stamante visto
che altri metodi non funzionano al 100%. Io ho il ppd, ma diversamente
da come ci siamo detti,
col tasto destro sul file non ho l'opzione per installarlo (xubuntu).
Se invece provo a installare la stampante "normalmente", non mi chiede
nessun driver (perche'
c'e' già uno installato) che pero' è proprio quello che da problemi.

Come ne esco? Consigli?

Ciao,

2011/11/14 Davide <d(a)vide.bz>:

Ciao,

all'ultimo incontro abbiamo parlato di usare direttamente il ppd per
installare la stamante visto
che altri metodi non funzionano al 100%. Io ho il ppd, ma diversamente
da come ci siamo detti,
col tasto destro sul file non ho l'opzione per installarlo (xubuntu).
Se invece provo a installare la stampante "normalmente", non mi chiede
nessun driver (perche'
c'e' già uno installato) che pero' è proprio quello che da problemi.

Come ne esco? Consigli?

Se vai su http://localhost:631/ puoi modificare le opzioni della
stampante e specificare un file ppd.

Devi però fare un login, quindi aggiungi il tuo utente al gruppo
lpadmin (o admin).

HTH,
STefano

Come ne esco? Consigli?

http://lists.lugbz.org/pipermail/lugbz-list/2010-February/018734.html

Quando imparerai a comprare una stampante *DOPO* avere controllato
il supporto per Linux? :wink:

Bye,
Chris.

Quando imparerai a comprare una stampante *DOPO* avere controllato
il supporto per Linux? :wink:

Ciao Chris,

questa lezione l'ho imparata bene, infatti a casa è ok ... solo che
poi mi trovo stampanti non compatibili ovunque :frowning:

Il driver per la stampante lo metterei al primo posto come detterrente
a passare a linux!

Il driver per la stampante lo metterei al primo posto come detterrente
a passare a linux!

Cestinare un ambiente Desktop non appena ha raggiunto stabilita` e cominciare
a svilupparne uno from scratch (KDE 4, Gnome 3, Unity) alienando il 95% della
user base deve essere un secondo posto poco distaccato...

Anche il gioco "bene, e` un anno dispari, cambiamo sub-system audio, in modo
che tutte le schede audio che finora funzionavano non funzionano piu` e
viceversa" e` divertente...

Questo potrebbe diventare un thread interessante :wink:

Bye,
Chris.

Ciao,

2011/11/14 Chris Mair <chris(a)1006.org>:

Il driver per la stampante lo metterei al primo posto come detterrente
a passare a linux!

Cestinare un ambiente Desktop non appena ha raggiunto stabilita` e cominciare
a svilupparne uno from scratch (KDE 4, Gnome 3, Unity) alienando il 95% della
user base deve essere un secondo posto poco distaccato...

No questo lo metterei al primo. :slight_smile:

Poco staccato il fatto che l'upgrade di alcune distro alla versione
successiva, spessa "rompe" diversi subsystems o funzionalità.

Il fatto che una stampante non sia supportata non lo metterei come
prima causa, nemmeno nelle prime 5. Se poi

Anche il gioco "bene, e` un anno dispari, cambiamo sub-system audio, in modo
che tutte le schede audio che finora funzionavano non funzionano piu` e
viceversa" e` divertente...

Questa mi manca, ma credo sia dovuto al fatto che uso ancora kde3.5.12 :slight_smile:

Ciao,
Stefano

Vorresti dire quale modello di Cannon hai in gioco?

Per una stampante Canon in rete qui in ufficio avevo giá fatto questa operazione di definire la stampante con un modello simile e cambiare il PPD poi e lo ho rifatto tempo fa per la attuale Ricoh_Aficio_MP_C2800_PXL.ppd.
Ovviamente ci vuole un .PPD vero e corretto.

attachment.htm (1.79 KB)

Ecco la stampante incriminata: Canon iR C2380i. Sul sito Canon ci sono
anche i driver deb ma con ogni possibilità non ottengo
mai stampe a colori (solo in bianco e nero).

Avete stampanti similari da consigliarmi? Credo sia possibile anche
sostituirla! Per una volta l'open source potrebbe vincere sulla
stampante :wink:

Ho trovato come installare il ppd. Grrazie per i consigli ... Risultato:
una risma di carta piena di caratteri incomprensibili... ho sacrificato un
albero per la causa open source ... necessito di altre prove ...

attachment.htm (2.74 KB)

Attenzione: sei certo che si tratti di una stampante con opzione Postscript?
Il nome del modello che hai segnalato ha quella "i" alla fine, che nei PPD che ho visto non c'è. Significherà qualcosa?

Mi fai avere il PPD che hai utilizzato?

attachment.htm (4.88 KB)

Ciao Diego,

ho scaricato il driver trovato qui:

http://software.canon-europe.com/software/0041704_0010763.asp?model=

e' per windows ma presumo non importa. Effettivamente parla di postscript

poi ho scompattato lo zip e' ho preso il ppd:

canon/uk_eng/iR C2380_2550/CNRC238E1.PPD

Questa cartella era quella che piu' si avvicina al mio modello ...

Io avevo trovato questo archivio
http://www.usa.canon.com/cusa/windows_vista/copiers/color_copiers/color_imagerunner_c2880?selectedName=DriversAndSoftware
che contiene lo stesso .PPD in configurazione USA e quindi in inches.

Quanto hai scritto mi fa pensare che la stampante non sia Postscript oppure non sia configurata per accettarlo, magari ha una emulazione PCL o altro sistema.
Dovresti quindi consultare la stampante che probabilmente espone una sua pagina http: andandoci sopra con un browser (immagino che sia in rete), per verificarne la configurazione e le opzioni disponibili.

Se non ha il Postscript attivato vuole altro driver o .PPD.

Dal sito IT del produttore
http://www.canon.it/for_work/products/office_print_copy_solutions/office_colour_printers/irc2380i/index.aspx?specs=1
vedo che il PS3 è opzionale per il modello iRC2380i citato (forse venduto soli in zona EU o IT):

SPECIFICHE DI STAMPA
Standard/Optional Standard per modelli "i"
Nome Colour UFRII/ PCL Printer Kit-Q3
PDL supportati PCL5c, PCL 6, UFR II
....

KIT DI STAMPA
Standard/Opzionale Opzionale per modelli "i" o UFRII/ PCL Printer Kit-Q3
Nome Colour PS Printer Kit-Q3
PDL supportati Emulazione PostScript3
....

Se è così dovresti installare la stampante con un driver PCL5c (credo che il c stia per colore) o forse PCL6.

Però... in http://it.software.canon-europe.com/products/0010555.asp
vedo che ci sono driver per Linux in vari formati (dalle posizioni 38. in poi); nella pagina è citata anche la tua 1RC2380i.
Per Debian/Ubuntu 32bit: g11a5ita.deb <http://files.canon-europe.com/files/soft41794/software/g11a5ita.deb&gt;

Se lo esplodi in data/opt/cel/ppd/ trovi cel-irc2380-pcl-it.gz che contiene finalmente il ppd che credo risolva il tuo caso: cel-irc2380-pcl-it.ppd
Provandolo mi pare che abbia tutte le funzioni del caso, compreso il colore.

attachment.htm (7.87 KB)

spiegazione di CQue: http://www.franet.com/nprodCQueE.php

attachment.htm (9.36 KB)

VITTORIAAAAAAAA!!!!

Una cosa allucinante! In poche parole:

Il driver CQue è bacato. Puoi provare tutte le combinazioni (grazie
diego per avermi aiutato nel brute force) ma non funzioneranno MAI i
colori. Magari lo scrivessero nel sito!
Il driver UFR e quello che invece funziona con i colori. Per ubuntu
c'è solo la versione a 32 bit. Alcuni scrivono che nemmeno i deb
funzionano ma che bisogna usare alien e partire dai RPM. A me invece
hanno funzionato su 32 bit.

Se parliamo di 64 bit passando si apre un'altra storia... Sembra
perchè ci sono ancora parti a 32 bit che nemmeno la ia32-libs risolve.
Poi link simbolici che
sono giusti ma non funzionano.

Comunque per ora una 32 bit mi basta per stampare!

Tuttavia mi sorge una bella domandina visti i problemi con il driver e
openoffice che ho avuto un mesetto fa.

Non è il caso di tenere ancora i sistemi desktop a 32 bit? O meglio?
Cosa perdo se non passo ai 64 bit? Se parliamo dei 4G di memoria
credo che questo non sia un problema. Ubuntu server ha già "qualcosa"
per superare questo limite anche sui 32 bit.
C'è altro che mi perdo? Prestazioni?

Buona notte (a colori :wink:

"è bene tutto ciò che finisce bene"

A parte le citazioni, personalmente non mi sono ancora schiodato di 32bit; l'uso della ram è ridotto ed il limite dei 4GB per un desktop normale, con le applicazioni necessarie aperte, non supero mai. Attualmente con Ubuntu 10.04, aperte mail, office, browser, vari tool, ambiente di sviluppo su Oracle, VirtualBox con 1,5 GB e altre piccolezze, ho ancora 1.3 GB liberi, quasi 0 swap. Di incompatibilità tra 64 e 32bit non ho buona esperienza diretta, ma ne leggo parecchie.

Dando a Cesare ciò che compete, a casa ho un PC del figlio con Win7 64bit e strato di compatibilità 32bit che di fatto è realizzata con una sorta di VM; fin'ora non abbiamo incontrato nulla di incompatibile, gira davvere tutto quello che ci è capitato dover installare e usare. Ma la soluzione è chiara: virtualizzare.

Quindi anche una soluzione Linux 64bit potrebbe avere una buona soluzione con VirtualBox+Linux 32bit; ho letto ma non sperimentato la modalità di VirtualBox con il suo desktop nascosto ed esposte solo le windows.
Qualcuno ne sa di più?

attachment.htm (2.63 KB)

"Maniacco, Diego" <Diego.Maniacco(a)provinz.bz.it> wrote:

A parte le citazioni, personalmente non mi sono ancora schiodato di
32bit; l'uso della ram è ridotto ed il limite dei 4GB per un desktop
normale, con le applicazioni necessarie aperte, non supero mai.
Attualmente con Ubuntu 10.04, aperte mail, office, browser, vari tool,
ambiente di sviluppo su Oracle, VirtualBox con 1,5 GB e altre
piccolezze, ho ancora 1.3 GB liberi, quasi 0 swap. Di incompatibilità
tra 64 e 32bit non ho buona esperienza diretta, ma ne leggo parecchie.

Pensavo che il limite fosse per singolo processo non per tutto il sistema.

GNU/Linux gia' da tanto tempo ha un ottimo supporto per i 64bit.

Al TIS usiamo da tempo server GNU/Linux 64bit.

I problemi ci sono se si utilizza driver o apps proprietari e compilati dal fornitore solo per ambiente 32bit.

Patrick

Esempio android sdk (sviluppo). Solo 32 bit!

attachment.htm (1.39 KB)

Esempio android sdk (sviluppo). Solo 32 bit!

Tieni presente che:

sistemi (x86) a 64 bit possono eseguire:

A) applicazioni a 64 bit
B) applicazioni a 32 bit

sistemi a 32 bit possono eseguire:

B) applicazioni a 32 bit
C) applicazioni a 32 bit vecchi scritti con i piedi
    che non vengono piu` mantenuti

Io per il conto mio preferisco avere
un sistema A) + B) che non un sistema B) + C).

Anzi, il fatto che i C) non sono eseguibili
lo considero un vantaggio :slight_smile:

Non conosco l'androik SDK, pero` - amesso
che e` vero sia 32 bit - scometto una pizza
che cade nella categoria B) e non in C).

Bye,
Chris.

Ciao Chris,

anche a me piace la soluzione A + B, il fatto è che come al solito
questo è vero su carta,
ma al lato pratico la retrocompatibilità ai 32 bit non è il 100%. Per android
confermo che c'è. Ma riguardo a driver o un plug-in per libreoffice
che proprio non ne vogliono
sapere?

Ma riguardo a driver o un plug-in per libreoffice
che proprio non ne vogliono
sapere?

Se vuoi usare driver e plugin scritti con i piedi non piu`
mantenuti... vedi un po` tu.

Bye,
Chris.