R: [Lugbz-list] passaggio a Linux delle scuole di lingua italiana

Per sbaglio ho risposto solo a Chris in privato, rimando in lista:

Grazie per le info sul progetto FUSS!
I tuoi Euri aggiungono la chiarezza e la razionalita` che finora sono

mancati a questo thread :slight_smile:

:slight_smile:

Voglio aggiungere un 0.2 centesimi anch'io:

So che pure nella sovrintendenza delle scuole tedesche Linux non e`

passato inosservato. Io ho parlato con alcune persone

della sovrintendenza e mi hanno dato un'impressione competente.
Diciamo che le distribuzioni Soledad del FUSS ma anche altre come

skolelinux e slixs sono stato notate e ho sentito che c'e` chi le sta
valutando.

Va anche detto che il numero di computer delle scuole tedesche supera in
gran lunga quello delle scuole italiane (se non erro 7000 pc circa)

Come hai gia` accennato tu, le scuole hanno una certa autonomia
nel gestire le aule informatiche (soprattutto gli istituti tecnici) e

questo apre un'altro giusto vettore per l'introduzione di SL

nell'insegnamento.

Secondo me questo è il vettore, altrimenti a cosa serve l'autonomia
didattica.

Beh, come diffusione nel senso di articoli/stampa/ecc... sulle righe di

"reparto X passa a Linux per risparmiare costi" in effetti

abbiamo raggiunto tanto.

Guarda che io non sto parlando del lavoro fatto, sto semplicemente dicendo
che questa situazione che tu e io abbiamo visto e vissuto (tante volte
lavorando insieme) è cambiata radicalmente. Oggi in qualsiasi posto dove
ci si lavora coi computer tutti sanno di cosa si parla quando si dice
software libero, e secondo me le associazioni non si sono adeguate
correttamente a questo cambiamento e si continua a lavorare con i vecchi
schemi.

Questo non vuole dire pero` che il lavoro di lobbying deve finire!

Altrimenti il Software Libero passa come moda e l'anno prossimo tutti
vogliono che so io, il Grid Computing, o peggio ancora, passa come
"alternativa che costa meno".

Mai detto questo, anzi, è più di un anno che sto proponendo di fare
lobbying in modo più pesante a livello di categoria e non semplicemente da
utenti.

Random trivia: nel 1993 Windows NT 3.5 era l'alternativa a Unix che

costava meno.

Innanzitutto, guarda che sul link che hai dato appare una news
del LUGBZ del 3 agosto. Se il comunicato stampa a cui ti riferisci e`

uscito i primi di settembre, l'abbiamo battuto di un mese :slight_smile:

Infatti, io mi riferivo alla lista non al sito del Lug che come ben dici
tu in basso è a disposizione di chiunque.

Inoltre, come puoi notare la news e` stata postata da un anonimo.

Quel'anonimo potevi essere tu, ancora 3 mesi prima!

Perche`?

Perche` il LUGBZ non ha una redazione (almeno se non contiamo Karl come

redazione :)!

Quello che viene pubblicato sulla lista o sul sito lo pubblichi tu, il

LUGBZ ti da solo lo strumento di farlo.

Infatti, parlavo solo della discussione a livello di lista dove se ho
capito bene le persone della comunità parlano ogni giorno e non di un
articolo postato da un "anonimo", mica tanto anonimo :-))

In un mondo ideale si farebbe cosi`. Ma sai benissimo come funziona il

finanziamento per questi progetti.... E` piu` facile chiedere 1 milione
di Euro e produrre 2000 pagine di blabla su carta che non chiedere 10000
EURO e produrre un pezzo di software libero.

Bravo!!

Non e` giusto che sia cosi`.

Io nel mio piccolo mi sono preso una briciola (letteralmente!)
del progetto faraonico a cui sicuramente ti riferisci e sono
riuscito a gestirlo in modo che la maggior parte del mio
contributo contribuisce alla realizzazione di un software GPL.
Sia esso accademico e di ricerca quanto vuoi, almeno e` software

concreto ed e` GPL [1].

Chris,

guarda che noi ci conosciamo e sai benissimo che io non parlavo della tua
briciola, sono anni che entrambi ci guadagnamo la pagnotta giornaliera con
il software libero e quindi è più che lecita la tua partecipazione a
questi progetti, però qui c'è il nodo fondamentale del dibattito: perchè
il 90% di questi fondi vanno a finire in 2000 pezzi di carta di blabla
lasciando le briciole ai programmatori e nessuno dice nulla? Ti immagini
cosa succederebbe se la stessa cosa si verificasse nell'industria?
L'associazione degli industriale tuonerebbe indignata in ogni giornale di
questa provincia.
Invece sulla questione software libero/proprietario nessuno tuona e motivi
ce ne sono ogni giorno, faccio un esempio tanto per chiarirci:

attualmente in provincia c'è un Comitato guida chiamato "E-government
offensiva 2004-2008" che sta lavorando per mettere in pratica quanto
dichiarato nel piano di azione
http://www.provincia.bz.it/specials/esuedtirol/index_d.htm

Il piano lo dice nero su bianco:

"I programmi di software libero devono essere introdotti in modo deciso
nella Pubblica Amministrazione. I fondamenti normativi verranno introdotti
con la legge quadro sul sostegno alla società dell’informazione in
provincia di Bolzano.
Le soluzioni di software libero sono sempre da preferire, quando le
funzionalità richieste possono essere coperte con programmi di software
libero."

Allora forse sono io un po' fuori contesto a forza di installare pc nelle
scuole, ma la preferenza verso programmi liberi ancora non si è vista in
modo deciso (lasciando fuori i comuni chiaramente).
Domande: Il comitato guida per l'e-government ha forse contattato qualche
volta il LUG? o il CoCos? o qualche azienda o ente che lavora col software
libero?

Se la risposta è si, penso che a tutti ci piacerebbe sentire qualche info
in merito, se la risposta è no allora qualcosa non mi torna.
5 minuti fa mi hanno raccontato un'altro esempio ancora più palese, devo
solo verificare se è vero e se esiste documentazione la riporto volentieri
in lista.
Dall'uscita del piano ad oggi nessun ente ha commisionato del software
custom? Perchè questo software non è stato richiesto sotto i termini della
GPL?

Bye, Chris.

PS: sarebbe bello se ci potessi aggiornare sui progressi del
progetto FUSS. Sei iscritto nella lista e hai un browser a
disposizione. Usalo: http://www.lugbz.org/submit.php?newlang=italian !

Fatto, ma questo non risolve i problemi esposti, se vogliamo continuare a
credere che le cose vanno bene così perchè altrimenti potrebbero andare
peggio siamo liberi di farlo, a noi la scelta.
Ribadisco per l'ennesima volta che io non sono "contro" le associazioni
(faccio del volontariato dal 1990), dico solo che i movimenti sono come le
persone e dunque devono fare dei salti assumendosi i rischi e le
conseguenze di ciò.

Per sbaglio ho risposto solo a Chris in privato, rimando in lista:

Beh, io ormai ti ho risposto in privato...

Al prossimo thread :slight_smile:

Bye, Chris.

Hallo Leute,

Die HOB Bozen (H. Kunter) sucht einen technisch praktischen Lehrer
[deutscher Muttersprache] für Informatik (6h Stelle)

Interessierte können sich gern bei mir melden, oder auch direkt bei der HOB.

Erik