server ntp pubblici

Ciao,

voi avete dei server ntp a cui collegare un pc che sono affidabili? Su
alcuni che ho scelto
io sembra che a volte ci siano dei problemi ...

attachment.htm (1.51 KB)

Hai provato pool.ntp.org?

http://wiki.debian.org/NTP
    pool.ntp.org - This points to a random worldwide time server.
    europe.pool.ntp.org - This points to a random European time server.
    uk.pool.ntp.org - This points to a random United Kingdom based time
server.

Oppure quei della tua distibuzione (e.g. 0.debian.pool.ntp.org,
1.debian.pool.ntp.org, ...)

Thomas

orologi atomici per NTP:

io uso da anni i seguenti senza aver mai incontrato problemi:
swisstime.ethz.ch
ntps1-2.uni.erlangen.de (ma anche -0 o -1)

In generale indicazioni sull'affidabilità dei servizi trovi in
http://www.image-world.net/le-maquis/infos/servers_sntp_s1.htm#disc
(in fondo una lista di quelli fermi).

diego

attachment.htm (3.03 KB)

Ciao,

Molto tempo fa ho letto che e' considerato un comportamento anti-sociale
usare dei Stratum 1 server direttamente. Meglio usare un server 2 (o
piu'),
che e' vicino. A parte che raramente serve tutta questa precisione (meglio
avere tutti i computer locali ben sincronizzati tra di loro) -- e' ancora
sensata questa regola?

Cheers
Thomas

Il concetto di vicino non mi pare sia geografico, ma vada espresso in nr. di nodi da attraversare: meno nodi = più vicino.
L'impegno poi dipende dalla frequenza di interrogazione; se la si tiene bassa (allo startup e poi 1/gg) mi pare decisamente sostenibile.

Vero che la sincro dei nodi locali è importante: infatti qui in PAB facciamo riferimento a DNS interni.

diego

attachment.htm (2.74 KB)

Il concetto di vicino non mi pare sia geografico, ma vada espresso in

nr.

di nodi da attraversare: meno nodi = più vicino.

Ack.

L'impegno poi dipende dalla frequenza di interrogazione; se la si tiene
bassa (allo startup e poi 1/gg) mi pare decisamente sostenibile.

Probabilmente si'. Era piu' una domanda che un'affermazione la mia. Quando
l'ho letto (piu' di dieci anni fa), la banda ed il tempo di CPU costavano
ancora piu' di adesso. Probabilmente oggi non e' piu' un problema. Infatti,
non ho piu' trovato quella frase, che penso era da qualche parte su
www.ntp.org (che gia' allora aveva decisamente un look retro).

Cheers
Thomas

Ciao Diego,

occhio che switsstime.ethz.ch ho appena letto che chiude!

http://www.pctipp.ch/news/kommunikation/65680/eth_zeitserver_ab_juni_2013_closed.html

attachment.htm (4.33 KB)

http://www.pctipp.ch/news/kommunikation/65680/eth_zeitserver_ab_juni_2013_closed.html

Tragedy of the commons in action. :frowning:
Articolo interessante, non sapevo che si puo' usare <iso country

.pool.ntp.org.

Th

Tnks!

attachment.htm (5.27 KB)

Ottimo, ma confrontate le risposte di
http://ch.pool.ntp.org/ con
http://it.pool.ntp.org/ o http://de.pool.ntp.org/

diego

attachment.htm (1.96 KB)

Ottimo, ma confrontate le risposte di
http://ch.pool.ntp.org/ con
http://it.pool.ntp.org/ o http://de.pool.ntp.org/

diego

Non ha molto senso.

Questi domini risolvono in IP diversi e se c'accedi
via HTTP succede che se a caso un server membro del pool
gira anche un webserver becchi il suo default virtual host,
altrimenti non risponde.

Ma il fatto di girare o non un web server non esprime
nulla sulla sua "qualita`" come membro del pool NTP.

E` come se volessi confrontare squadre di calcio facendo
degli esami di matematica a random tra i calciatori....

Bye,
Chris.

Ciao,

una domanda ancora riguardo ai server ntp. Questi servizi utilizzabili
gratuitamente
hanno dei limiti da rispettare? Intendo dire posso interrogarli quanto
voglio, una volta all'ora, al giorno?

In caso di sovracaricamento cosa fanno? Non rispondono più?

attachment.htm (2.77 KB)

Ciao,

una domanda ancora riguardo ai server ntp. Questi servizi utilizzabili gratuitamente
hanno dei limiti da rispettare? Intendo dire posso interrogarli quanto voglio, una volta all'ora, al giorno?

In caso di sovracaricamento cosa fanno? Non rispondono più?

Ciao,

tipicamente non dovresti occupartene tu stesso: la tua distribuzione
dovrebbe averti preconfigurato dei settaggi opportuni.

pool.ntp.org ha dei criteri per vendor:

http://www.pool.ntp.org/en/vendors.html#pool-capacity

Vedi Implementation specifics.

Ma, ripeto, da end-user non c'e` veramente bisogno di andare a metterci
le mani...

Bye,
Chris.

Ciao Chris,

me ne sto occupando in quanto il software ha bisogno del tempo esatto e
quindi lo va a leggere da uno
o più server ntp.

Non capisco bene allora la questione dell'ntp servers. Allora uno non
può scegliergli liberamente???
Non sono servizi free?

attachment.htm (2.99 KB)

Ciao Chris,

me ne sto occupando in quanto il software ha bisogno del tempo
esatto
e quindi lo va a leggere da uno
o più server ntp.

Ciao Davide,

non è questo il modo di usare i server ntp. :slight_smile:

Il principio è che tu li interroghi periodicamente, e il tuo computer
vede quanto si è "sfasato" nel frattempo e aggiusta il tiro per il
prossimo periodo. Nota bene: non aggiusta "l'ora", ma aggiusta il
passare del tempo!

Fare quello che fai tu pone un sacco di problemi innanzitutto alla tua
applicazione, che non può usare in modo affidabile l'informazione che
ottiene (non sapendo quanto tempo ci ha messo ad ottenerla :slight_smile: e puoi
avere anche un sacco di altri problemi. Tipo due messaggi che si
posizione scambiano di. (pun intended)

Non capisco bene allora la questione dell'ntp servers. Allora uno
non
può scegliergli liberamente???
Non sono servizi free?

Tu usando ntp fai in modo che il tuo clock di sistema sia affidabile,
poi usi quello. Per questo basta chiamarli una volta ogni tanto.

Ciao,
Daniele

Ciao Daniele,

grazie per i suggerimenti. Si l'applicazione si comporta come dici tu.
Legge l'ora dal computer locale,
ma ogni tanto(tipo una volta al giorno) va a verificare losfasamento e
lo memorizza in locale.

attachment.htm (5.24 KB)

Ciao Chris,

me ne sto occupando in quanto il software ha bisogno del tempo esatto e quindi lo va a leggere da uno
o più server ntp.

Non capisco bene allora la questione dell'ntp servers. Allora uno non può scegliergli liberamente???
Non sono servizi free?

Mi sembra che tu stia usando Ubuntu, giusto?

Bene, allora - se installi il pacchetto ntp hai tutto quello
che ti serve perche` il clock della tua macchina lo puoi
considerare preciso. Non devi fare null'altro. Il tuo software
puo` allora usare il clock del sistema e vivere contento
e felice.

Se per qualche motivo non vuoi che sia attivo il daemone che
viene con il pacchetto ntp (e che si chiama ntpd), puoi usare
il commando ntpdate da cron e dalla sua man page leggi:

   "When running ntpdate on a regular basis from cron as
    an alternative to running a daemon, doing so once every hour
    or two will result in precise enough timekeeping to avoid
    stepping the clock."

Non so cos'altro ti potrebbe servire?

Ipotesi 1:

Non ti fidi del tuo OS e vuoi parlare con i server del pool
direttamente dal tuo software?

Non mi sembra una buona idea, ma se insisti lo puoi pure fare.
Dal punto di pool.ntp.org diventi un "Vendor" e allora leggiti
le FAQ che ho linkato nella mail precedente.

Ipotesi 2:

Stai scrivendo un software che abbia particolari esigenze di
timestamping ultra preciso, sub decine di msec?

Allora devi prenderti un modulo GPS... i server ntp non vanno
tanto bene per la latenza della rete...

Se continuo a non rispondere alle tue domande, dimmi cosa
vuoi fare! :wink:

Bye,
Chris.

grazie per i suggerimenti. Si l'applicazione si comporta come dici tu. Legge l'ora dal computer locale,
ma ogni tanto(tipo una volta al giorno) va a verificare losfasamento e lo memorizza in locale.

In pratica scrivi un programma per controllare che ntpd non si sia fermato... :wink:

Bye,
Chris.

http://linux.die.net/man/8/ntpdate

ntpdate -dv time.ien.it

Ti dirà di quanto (in quel momento é sfasato il tuo clock) ma se cerchi nei
log dovresti trovare lo sfasamento registrato all'ultima sincronizzazione.
Inoltre nei file di configurazione di ntpd trovi il driftfile in cui é
contenuto lo slope per il tuo clock (più é grande più é impreciso)

attachment.htm (6.06 KB)