Südtirol Digital 2020 - Alto Adige Digitale 2020

Perche' l'Alto Adige dovrebbe COPIARE qualcosa degli altri, se qua
siamo i piu bravi, belli, migliori del mondo, che in Europa veniamo
considerato la roccaforte del Software Libero ?
(
IDM Südtirol | Innovators, Developers & Marketers
)

Vorrei chiarire che lavoriamo molto con i colleghi del Trentino. Anche
con Maurizio Napolitano, che è il unit manager Open Data alla FBK ed è
coinvolto in diverse attività di progetto sul tema Open Data che seguiamo.

Il nostro approccio al TIS è di collaborare e di imparare dalle
esperienze degli altri. E anche condividere le nostre esperienze, sia
quelle positive come anche gli errori fatti.

La cosa peggiore che si puo fare (ed io faccio), e di criticare l'Alto
Adige e mostrare che non e' tutto cosi bello come vorebbero fare
credere e dicono, e.g.

Penso che l'errore è di sparare in giro e non vedere l'impegno che per
fortuna molte persone da anni stanno mettendo nella creazione di una
community del Software Libero in provincia di Bolzano.

Ci sono tante persone al LUGBZ e anche fuori da esso che da anni hanno
investito tempo per fare progetti e dare un contributo concreto.
Sicuramente abbiamo anche fatto tanti errori. Ma abbiamo fatto ed è
questo che secondo me serve in primis.

tutti page not found dalla pagina iniziale
IDM Südtirol | Innovators, Developers & Marketers
IDM Südtirol | Innovators, Developers & Marketers

IDM Südtirol | Innovators, Developers & Marketers

IDM Südtirol | Innovators, Developers & Marketers

IDM Südtirol | Innovators, Developers & Marketers

Hai ragione. È un problema nato da qualche mese e non siamo ancora
riusciti a correggerlo.

Tutti i link vanno a pagine di progetto sotto la sezione
https://tis.bz.it/en/projekte-en che è stata cambiata.

Purtroppo abbiamo dovuto dare priorità ai contenuti dei singoli progetti
e non abbiamo trovato le risorse in termini di tempo per correggere la
pagina overview dei progetti. È sulla mia task list.

e https://freegis.net non si apre ....

Sei più efficiente del nostro Nagios :wink:

Grazie dell'info, ho inoltrato una mail al nostro sistemista.

I tecnici piu bravi che conosco, sono all'estero, o lavorono in ditte
private e se lavorano per la provincia sono frustrati, perche' in Alto
Adige non conta l'esperienza o l'opinione tecnica, ma piu il ruolo e
l'autorita (e laccaculismo) ...... una societa montanara medievale .p

Non capisco. Se interpreto bene: I tecnici più bravi che conosci sono
all'estero, oppure lavorano per ditte private oppure lavorano per la
provincia.

Anche io conosco persone molto valide che lavorano all'estero. Conosco
persone molto valide in aziende private. E conosco persone molto valide
nella pubblica amministrazione.

disclaimer: il motivo che sono incazzato cosi e' semplice..mi
avrebbero concesso a lavorare e fare i progetti che ho propost, non
avrei il tempo a lamentarmi :confused:

Bè, se vuoi un incarico penso che devi fare un offerta e competere con
le altre aziende e i liberi professionisti sul mercato. No?

Patrick

Scusa Patrick,

in una collaborazione entrambi i soggetti portano dei valori.
E si investe solitamente molto tempo.

Io direi che non c'è niente su cui collaborare, non c'è bisogno di
investire altro tempo, bisogna solo fare un trasferimento di quello che
hanno fatto loro, risparmiando sul tempo delle scelte.

Ciao,

Ciao Marco,

in una collaborazione entrambi i soggetti portano dei valori.
E si investe solitamente molto tempo.

Io direi che non c'è niente su cui collaborare, non c'è bisogno di
investire altro tempo, bisogna solo fare un trasferimento di quello
che hanno fatto loro, risparmiando sul tempo delle scelte.

Attenzione vorrei chiarire che i progetti di Open Data sui quali
lavoriamo non sono la creazione di un portale a cui penso tu ti stia
riferendo.

Inoltre va considerata una cosa. Il contesto. Non credo che si potrebbe
copiare uno a uno quello che ha fatto Trento. Ma qui servirebbe una analisi.

Trento per il portale Open Data utilizza CKAN, e anche noi in progetti
abbiamo CKAN in uso. Questo per farti capire che non è una questione di
creare sistemi informativi. È molto più una questione di creare la
cultura, cioè coinvolgere le persone sul territorio. Le aziende, gli
sviluppatori. Senza di loro non serve installare un software o mettere
online dati, che poi non vengono utilizzati.

Un progetto che abbiamo fatto è OpenGISData e qui abbiamo investito nel
creare una consapevolezza nelle amministrazioni (comuni, ...) e nelle
aziende, come anche nelle scuole, fra i studenti e professori
univeristari e altri stakeholder sull'importanza dei dati aperti e di OSM.

Abbiamo importato tutti i numeri civici della provincia su OSM. Con
questo i dati sono stati resi pubblici per l'importanzione in OSM e poi
importati.

https://wiki.openstreetmap.org/wiki/AltoAdige_-_Südtirol/OpenGisData_HouseNumber_Import2

Non ci crederai, ma è stato un lungo viaggio per raggiungere lo status.
Come puoi vedere dalla documentazione sul wiki, abbiamo anche dovuto
farlo 2 volte. La prima volta la community OSM non era soddisfatta della
qualità dei meta dati e perciò abbiamo dovuto creare trasformazioni, etc.

Una chellange che abbiamo sul nostro territorio è il multilinguismo.

https://wiki.openstreetmap.org/wiki/AltoAdige_-_Südtirol/OpenGisData_HouseNumber_Import2#How_to_choose_the_correct_language_order_for_generic_name_fields

Questo è uno dei fattori che distingue il nostro territorio. Io
personalmente sono molto contento di vivere ed essere cresciuto in un
contesto vivo e vario come la nostra provincia. Lo trovo una grande
ricchezza. E sono fiero del fatto che le aziende e la community OSM che
hanno collaborato al progetto OpenGISData siano riuscite a raggiungere
l'obiettivo considerando tutte le richieste date da un contesto multilingua.

Non so se avremmo trovato a trento qualche cosa da copiare. Anzi sono
quali sicuro di no, visto che l'analisi iniziale l'aveva fatta proprio
Maurizio Napolitano. E a diversi incontri avevano partecipato persone di
FBK e altri enti di Trento.

Se però hai suggerimenti, di cose che potremmo copiare per i nostri
progetti. O anche solo voglia di partecipare ai vari incontri che
organizziamo e dove discutiamo sempre i passi di progetto. Ti invito a
partecipare come lo fanno mapper di OSM, sviluppatori, studenti,
ricercatori, insegnanti, ...

Quello che mi fa tanto piacere è vedere che c'è tanta gente che
contribuisce con azioni concrete. Spesso sono quelli che non scrivono
critiche gratuite, probabilmente perchè hanno altre cose da fare:
contribuire!

LG
Patrick

Attenzione vorrei chiarire che i progetti di Open Data sui quali
lavoriamo non sono la creazione di un portale a cui penso tu ti stia
riferendo.

Ciao Patrick,

in effetti non mi riferivo solo alla loro personalizzazione di CKAN, ma
a tutto l'intero processo (che è durato, se non sbaglio, 3-4 anni):
  - la presa in carico della Ripartizione Innovazione della PAT
  - il coinvolgimento di FBK, del nodo EIT e delle associazioni
internazionali
  - il coinvolgimento delle aziende (per lo sviluppo di nuovi business
model), di chi si occupa di comunicazione e della cittadinanza (per la
democrazia)
  - l'obbligo per ogni ufficio pubblico a condividere almeno 1 dato

Un progetto che abbiamo fatto è OpenGISData e qui abbiamo investito nel
creare una consapevolezza nelle amministrazioni (comuni, ...) [...]

Sai che ritengo che avete fatto un grande e ottimo lavoro.
Purtroppo quando ho chiesto a molteplici decisori locali se hanno un
piano per gli Open Data, mi hanno risposto: "Sì, abbiamo fatto free GIS
con il TIS."
E non hanno intenzione di fare altro (anche perché, oggettivamente,
hanno già tante altre cose a cui pensare).
Per questo penso che ci voglia una decisione dall'alto, perché anche
questa è una cosa a cui devono pensare.
E che non siano previsti fondi per questo per le amministrazioni locali
mi preoccupa.

Per me il valore dei dati aperti è essenzialmente una trasparenza
sistematica della PA a favore della democrazia. Non è un discorso di
numeri civici.

[...] Ti invito a
partecipare come lo fanno mapper di OSM, sviluppatori, studenti,
ricercatori, insegnanti, ...

Quello che mi fa tanto piacere è vedere che c'è tanta gente che
contribuisce con azioni concrete. Spesso sono quelli che non scrivono
critiche gratuite, probabilmente perchè hanno altre cose da fare:
contribuire!

Mi pare sul GIS di aver fatto la mia parte, per quanto mi è stato
possibile, quando ero coordinatore al CTS, ad esempio dando una mano
all'organizzazione del GFOSS Day, promuovendo le esperienze didattiche
con i ragazzi, organizzando (penso tra i primi) corsi su OpenStreetmap
destinati ai docenti con l'Istituto Pedagogico, progettando il percorso
FSE IFTS per esperti in GIS con Software Libero.
Al momento invece sono un po' preso col lavoro per cercare pagare le
tasse!!! ;-)))

La mia non era una critica gratuita, era una critica costruttiva (ho
detto cosa secondo me c'è da fare, cioè riconoscere a livello
istituzionale e politico l'importanza degli Open Data e copiare da chi
ha fatto meglio, e penso che riconoscerai anche tu l'eccellenza del
Trentino in questo ambito).

Ciao,