vncserver su red hat 9

Ciao
ho usato il VNC solo su server NT per gestirlo in remoto.
Da quello che ne so VNC "sostituisce" solo le periferiche di input (tastiera e mouse) e il video del sistema remoto con quelle locali.
Se ti disconnetti e poi ti riconnetti al sistema remoto ti trovi esattamente nella stessa situazione di prima.
Non sembra utile per gestire sessioni remote di utenti diversi, perchè tutti accedono allo stesso ambiente.
Sotto Linux però non ho provato...
Ciao
Roberto

ho il seguente problema:

Su red hat 9 ho lanciato il vnc server secondo la documentazione, cioe` ho
abilitato un display per un utente in
/ets/sysconfig/vncservers e ho dato una password con vncpasswd
per quel utente.

Ora ho un bel vncserver e ottengo una session grafica per quel utente se mi
collego. Fin qui tutto ok.

Ora la domanda e`: come posso impostare il vncserver in modo tale che mi esporti
gdm, cioe` in modo tale che chi si collega veda
il login grafico di gdm e possa dare il suo login e passwd di sistema?

Oppure c'e` qualcosa di fondamentale sotto che mi sfugge e che rende questo
impossibile?

Grazie anticipate alle pie anime della lista che mi aiuteranno :wink:

Bye, Chris.

Ing. Roberto De Colle
Via Castellano, 31
39042 Bressanone (BZ)
Italia

Non sembra utile per gestire sessioni remote di utenti diversi,
perchè tutti accedono allo stesso ambiente.
Sotto Linux però non ho provato...

In effetti sotto Linux non e` cosi`...
Poi avere sessions diverse allo stesso momento.

Bye, Chris.

Ciao Roberto,

ci sono 3 possibili impostazioni del server VNC:

- la sessione del utente locale viene mandata al client VNC
   (impostazione standard sotto Windows)
   (ompostazione inusuale sotto GNU/Linux)
- ogni client connesso riceve una propria sessione X
   (impostazione standard sotto GNU/Linux)
   (non so se possibile sotto Windows)
- ogni client connesso riceve un login graphico (xdm, gdm, kdm, ...)
   (impostazione desiderata da Chris, fattibile sotto GNU/Linux)
   (penso non fattibile sotto Windows)

Happy hacking!
Patrick

- la sessione del utente locale viene mandata al client VNC
   (impostazione standard sotto Windows)
   (ompostazione inusuale sotto GNU/Linux)
- ogni client connesso riceve una propria sessione X
   (impostazione standard sotto GNU/Linux)
   (non so se possibile sotto Windows)
- ogni client connesso riceve un login graphico (xdm, gdm, kdm, ...)
   (impostazione desiderata da Chris, fattibile sotto GNU/Linux)
   (penso non fattibile sotto Windows)

Perfetto, questo e` un riassunto molto utile!

Grazie e bye, Chris.