zoom

domanda:
come si può essere sicuri, che zoom (gratis fino a 100 partecipanti) fa o non fa viaggiare i dati attraverso gli stati uniti etc. etc. ?
mi servirebbero dati certi per un confronto con utlizzatori di zoom.

danke sehr imvoraus
toni

attachment.htm (828 Bytes)

Schau mal:

https://www.golem.de/news/tracking-zoom-uebermittelt-heimlich-daten-an-facebook-2003-147539.html

danke,
wie es im nachtrag vom 28.3. heisst: "zoom wusste davon nichts".
weiss jemand,wo die zoom-server stehen ? (bzw. wie man sowas leicht checken kann)
toni

----- Ursprüngliche Mail -----

Cerca il codice sorgente... :wink:

attachment.htm (2.04 KB)

Altro Articolo su Zoom:

https://www.repubblica.it/dossier/stazione-futuro-riccardo-luna/2020/04/05/news/il_boom_di_zoom_e_perche_e_un_problema_serio-253253651

Cheers,
Andreas

+1

https://www.repubblica.it/tecnologia/sicurezza/2020/04/05/news/zoom_nuovi_guai_per_la_sicurezza_dati_per_sbaglio_in_cina_e_migliaia_di_conversazioni_esposte-253244314

ich schick diese anfrage weiter.
hab sie noch gar nicht gelesen, aber ich bin zuversichtlich, dass nützliche fragen gestellt werden.
toni
----- Ursprüngliche Mail -----

2020-04-05-zoom-in-den-Schulen.pdf (72.7 KB)

L'articolo

rimanda
alle inchieste originali apparse sul Washington Post

attachment.htm (4.99 KB)

Esatto, sembra una battuta ma purtroppo non lo è.

Personalmente le varie "inchieste" che sono circolate sul WP o su
Repubblica:

https://www.repubblica.it/dossier/stazione-futuro-riccardo-luna/2020/04/05/news/il_boom_di_zoom_e_perche_e_un_problema_serio-253253651/

fanno francamente ridere e sembrano messe apposta per "far fuori" la
concorrenza scomoda a Google e Microsoft.

_Tutte_ le applicazioni proprietarie sono da evitare. Su questo spero sia
chiaro non ci sono discussioni sulla quale è più sicura dell'altra.

SONO TUTTE INSICURE ALLO STESSO MODO,

forse solo alcune solo addirittura PIÙ insicure di altre ma direi che è
questione di lana caprina o sesso degli angeli visto che nessuno ha visto
il codice e non si capisce come tali considerazioni sulla sicurezza
possano essere fatte solo analizzando il flusso dati, che una volta
crittografato, è uguale per tutti... cioè "oscurato".

Dopo circa un mesetto di uso "per necessità" di alcune IM e soluzioni di
videoconf mi sono fatto queste idee:

IM
- *deve* avere 100% di codice sorgente x server e client
- *deve* usare in tutte le sue parti un protocollo sicuro
- *deve* prevedere all'origine l'installazione di un nodo server
- *deve* prevedere all'origine la federazione configurabile tra nodi server

VCONF
- idem come sopra
- se il client è operativo via browser, preferibile

Se ho dimenticato qualcosa | detto scempiaggini, rispondete, grazie.

attachment.htm (3.45 KB)

diego, domanda:

potresti fare una verifica del IM matrix/riot ?
in questa pagina trovi tutte le versioni: https://about.riot.im

https://riot.opencloud.lu - accesso web
se in un app bisogna indicare un matrix-server allora : matrix.opencloud.lu

(non cambio l´oggetto, visto che parlavi di IM)

toni

attachment.htm (4.41 KB)

Forse Marco Ciampa ha già fatto queste verifiche/prove?
diego

attachment.htm (6.32 KB)

Mah mi sono perso, io guardando il soggetto della mail ho visto "zoom"
che per per videoconferenza e non IM ... o sto confondendo ancora?

Matrix/riot mi sembrano cose per IM e non per videoconferenze?

Ciao Diego,

Dopo circa un mesetto di uso "per necessità" di alcune IM e soluzioni
di videoconf mi sono fatto queste idee:

IM
- *deve* avere 100% di codice sorgente x server e client
- *deve* usare in tutte le sue parti un protocollo sicuro
- *deve* prevedere all'origine l'installazione di un nodo server

Solo una nota su questo punto: esistono anche sistemi di messaggistica
completamente P2P (ad esempio Jami (ex Ring) che usa DHT) e altri che
in teoria
non hanno nemmeno bisogno di una connessione di rete persistente (penso
a Secure
Scuttlebutt).

Sono comunque scenari talmente di nicchia da non inficiare il tuo
riassunto se ha
come fine quello di una comunicazione semplificata per un pubblico
"profano".

Ciao,
Daniele

Si Daniele, mentre scrivevo avevo in mente un 'utente tipo' normale, non
proprio addetto ai lavori.

Questo però non significa che non possano e debbano essere esplorate
alternative valide, proprio per provare a farle uscire dalla loro nicchie.

Una considerazione mi viene da aggiungere.
- oggi la "banda" fino a un mese era una risorsa considerata "abbondante";
nella attuale situazioni sono in parecchi che si accorgono che esiste, é
limitata e limitante, "se la uso io tu ne hai di meno". Soluzioni che siano
parsimoniosi nell'uso della banda, che eventualmente "rendano conto"
all'utente dell'uso che ne sta facendo, saranno preferibili. Parsimonia ed
efficenza hanno a vedere con protocolli di compressione e astuzie varie.

attachment.htm (6.44 KB)